© Fototeca Gilardi
ANDO GILARDI

Fototeca

Fotografo, storico, critico, editore… Ando Gilardi è una delle figure più eclettiche e originali della storia della fotografia italiana. La Fototeca Storica Nazionale, che fonda nel 1959, arriva a contenere circa 500.000 immagini, costituendo un pionieristico archivio sugli usi e le funzioni sociali della fotografia. Questa mostra presenta una selezione degli innumerevoli materiali prodotti e raccolti da Gilardi sul tema dell’alimentazione, a partire dalle fotoinchieste realizzate negli anni ’50 e ’60, centrate particolarmente sul lavoro nei campi e nelle industrie, fino ai materiali conservati e riprodotti (rifotografati) nel vasto inventario che ha messo insieme: figurine, incarti, scatole, pubblicità, libri, riviste, erbari, fotografie di famiglia e molto altro ancora. Fototeca è un’esplorazione dell’iconografia del cibo e del potere della fotografia nel mantenerla sempre viva, accessibile e rivedibile.

La mostra, realizzata in collaborazione con Fototeca Gilardi (Milano), continua fino al 2 gennaio 2022

Sede della mostra

Fondazione MAST
Via Speranza, 42

BIOGRAFIA

Ando Gilardi (Italia, 1921) è stato un fotografo, teorico e storico della fotografia, giornalista ed educatore. Nato Aldo e ribattezzato Ando da partigiano, ha iniziato ad occuparsi di fotografia a partire dall’immediato dopoguerra, rivendicando fino da subito il valore documentale delle immagini riprese con questa tecnica. Realizzata prevalentemente negli anni Cinquanta e Sessanta, la sua produzione fotografica si concentra sui temi del lavoro, dell’industria, dell’agricoltura, dell’etnografia e della società. Nel 1959 fonda la Fototeca Storica Nazionale, pionieristico esempio di archivio iconografico che oggi porta il suo nome e contiene un patrimonio di oltre 500.000 immagini. È autore di numerosissimi articoli, saggi e libri, tra i quali la Storia sociale della fotografia (Feltrinelli, 1976) costituisce uno studio fondamentale quanto precoce sugli usi e le funzioni di questo mezzo.

© Fototeca Gilardi
Dove si trova la mostra

Fondazione MAST
Via Speranza, 42

La Fondazione MAST ha sede in un complesso di grande qualità architettonica inaugurato nel 2013 e progettato dallo Studio Labics, che ha portato a termine un riuscito intervento di trasformazione di un’area industriale dismessa nella prima periferia bolognese. Nella PhotoGallery vengono allestite, sotto la curatela di Urs Stahel, mostre di autori storici e contemporanei, che si propongono di far conoscere al grande pubblico la diversità e la rilevanza della fotografia del lavoro quale documentazione del passato, testimonianza viva del presente e anticipazione del futuro.

In occasione degli eventi alla Fondazione MAST la mostra “Fototeca” è aperta fino alle ore 22.