Ansel Adams: A Documentary Film, di Ric Burns, 2002, 100’

Introduce la proiezione Urs Stahel, curatore della Collezione e della Photogallery MAST.

Sabato 28 ottobre 2017

Ansel Adams scoprì il Parco Nazionale Yosemite nel 1916. Aveva quattordici anni. Cominciò a fotografarlo con la sua prima macchina, una Kodak Brownie, e non lo abbandonò più, facendone il soggetto di una vita. Affascinante retrospettiva della carriera di Adams, questo docufilm racconta le ispirazioni e le intenzioni di un artista che riuscì a trascendere il mezzo fotografico diventando un cantore dell’epopea americana. Attraverso le parole di curatori, scrittori e familiari di Adams e delle lettere dello stesso artista, vengono sviluppati i temi che catalizzarono l’attenzione dell’artista per tutta la sua carriera: la bellezza e la fragilità della terra d’America, il legame inscindibile tra uomo e natura e il debito morale del presente nei confronti del futuro. Realizzato in occasione del centenario della nascita di Adams, il documentario è un ritratto lirico ed elegante di uno dei fotografi che meglio ha incarnato lo spirito americano e che ha contribuito in misura decisiva a definire l’idea di natura incontaminata nell’immaginario collettivo.